Può succedere che dopo la morte di un congiunto si venga in possesso, per eredità, di un’arma appartenuta a chi non c’è più. La detenzione delle armi ereditate non è automatica, nel senso che un’arma ereditata non si può semplicemente portare a casa ma bisogna denunciarla in Questura e compilare dei moduli, in attesa che la Questura emetta un Nulla Osta che vi permetterà di tenere l’arma in casa tranquillamente. Se non avete mai avuto un porto d’armi, una volta ottenuta l’autorizzazione, dovrete consegnare tutte le munizioni perché l’autorizzazione ricevuta vi consente solo di tenere l’arma in casa ma non di poterla utilizzare.

La denuncia di detenzione e di cessione di armi e munizioni deve essere presentata quando si viene in possesso di armi e cartucce per eredità, quando si cedono armi e cartucce a terzi, oppure quando cambia il luogo di detenzione di armi e cartucce. La legge prevede anche la compilazione di una particolare autorizzazione che viene concessa solo a chi non ha mai avuto precedenti penali di nessun tipo.

Se volete conservare un’arma ricevuta in eredità ma non avete il porto d’armi dovrete chiedere al Questore il rilascio del Nulla Osta all’Acquisto e nell’attesa che questo documento venga prodotto l’arma sarà custodita presso il più vicino Comando dei Carabinieri.

Se invece non avete intenzione di tenere l’arma ereditata in casa vostra potete scegliere di cederla a qualcuno che ha già il porto d’armi o il Nulla Osta, oppure potete cederla ad un armiere. In questo caso occorrerà compilare un altro modulo e presentarlo in Questura. Nel caso in cui l’arma venga ceduta ad un privato, sarà lui a doverla denunciare mentre se l’arma  viene ceduta ad un armiere, sarà iscritta nel registro di carico e scarico dell'armeria.

Attenzione: se avete avuto notizia della presenza in casa di un vostro congiunto defunto di un’arma, la legge vi obbliga a denunciarne la presenza in quanto la mancata denuncia del ritrovamento dell’arma integra il reato di omessa denuncia, punibile anche con pene detentive. Il ritrovamento dell’arma va denunciato entro 48 ore al massimo, a meno che non abbiate ritrovato l’arma in cantina, in un luogo nascosto, dopo molto tempo. In questo caso dovrete specificarlo nella denuncia, da effettuare sempre subito dopo aver trovato l’arma.

Articoli Più Letti

Articoli Più Recenti

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    L'Aquila - Montereale:
    Tel.: +39 0862/317070


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo L'Aquila - SS 80 KM 2.800

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B
    Taffo Montereale - Via del Municipio, n.1


  • info@taffo.it
  • Informazioni Utili


    Onoranze Funebri Taffo offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tramite le sedi operative di Roma, L'Aquila, Montereale, Lavinio e Nettuno.
  • Iscriviti alla Newsletter

    Acconsento al trattamento dati secondo il regolamento
    UE 2016/679 (GDPR)
  • Seguici sui Social


Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy Cookie Policy