L’eredità di un defunto non sempre deve essere suddivisa tra i suoi figli. Non è infrequente che, ad esempio, muoia il coniuge di una coppia senza figli e in questo caso la legge stabilisce alcuni criteri da seguire. I criteri valgono sia in assenza che in presenza di testamento.

Secondo quanto dice l’articolo 583 del Codice Civile, se il coniuge morto non lascia alcun figlio e non ci sono altri congiunti, il coniuge vivo ha diritto a ricevere il 100% dell’eredità rimasta. Se esistono altri parenti in vita del defunto, come fratelli, genitori o altri parenti, il coniuge eredita il 66,6% del patrimonio mentre il resto, equivalente al 33,3%, verrà distribuito tra tutti gli altri parenti. Se ad esempio il defunto aveva tre fratelli, ad ognuno di loro spetterà un terzo di quel 33,3%.

Il coniuge vivo, oltre alla percentuale di eredità stabilita dalla legge, ha diritto anche all’uso della cosiddetta “casa coniugale” cioè dell’abitazione nella quale i due coniugi convivevano e all’utilizzo dei mobili e dei beni che fanno parte dell’arredamento in questa casa. Nel caso in cui la casa coniugale fosse l’unico bene del defunto, il coniuge vivo avrebbe diritto a tutta la casa come abitazione, e non soltanto ai 2/3 della stessa. Ma essendo la casa l’unico bene di proprietà del defunto, quest’ultima sarà considerata in comproprietà con gli altri parenti del defunto. A questo punto si potrebbe anche decidere di procedere alla vendita, suddividendo i ricavi tra gli eredi nelle percentuali stabilite dalla legge.

In assenza dei figli, la legge stabilisce che possano entrare nell’asse ereditario i parenti entro il sesto grado, dunque anche i genitori, i fratelli, i nipoti o altri ascendenti. Non si può però andare oltre il sesto grado, in questo caso infatti l’eredità viene devoluta automaticamente allo Stato.

Articoli Più Letti

Articoli Più Recenti

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    L'Aquila - Montereale:
    Tel.: +39 0862/317070


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo L'Aquila - SS 80 KM 2.800

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B
    Taffo Montereale - Via del Municipio, n.1


  • info@taffo.it
  • Informazioni Utili


    Onoranze Funebri Taffo offre un servizio di pronto intervento attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, tramite le sedi operative di Roma, L'Aquila, Montereale, Lavinio e Nettuno.
  • Iscriviti alla Newsletter

    Acconsento al trattamento dati secondo il regolamento
    UE 2016/679 (GDPR)
  • Seguici sui Social


Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy Cookie Policy