La fine della vita, il termine della nostra avventura terrena, sono temi sui quali si riflette da sempre. Non c’è niente di più misterioso della morte ed è anche per questo motivo che questo argomento ci spaventa e ci affascina allo stesso tempo. I più grandi scrittori e pensatori si sono espressi sulla questione e noi abbiamo raccolto gli aforismi e le citazioni sulla morte più belle e più famose,insieme ad alcune frasi d'impatto da utilizzare a un funerale.

  1. La vita è una grande sorpresa. Non vedo perché la morte non potrebbe esserne una anche più grande. (Vladimir Nabokov)
  2. La morte è la curva della strada, morire è solo non essere visto. (Fernando Pessoa)
  3. Non ho paura della morte. Sono stato morto per miliardi e miliardi di anni prima di nascere, e ciò non mi ha causato il benché minimo disturbo. (Mark Twain)
  4. Vita e morte non sono due estremi lontani l’uno dall’altro. Sono come due gambe che camminano insieme, ed entrambe ti appartengono. In questo stesso istante stai vivendo e morendo allo stesso tempo. Qualcosa in te muore a ogni istante. Nell’arco di settant’anni la morte arriverà a compimento. In ogni istante continui a morire, e alla fine morirai davvero. (Osho)
  5. Ogni volta che trascorro del tempo con una persona che sta morendo trovo in effetti una persona che vive. Morire è il processo che inizia pochi minuti prima della morte, quando il cervello viene privato dell’ossigeno; tutto il resto è vivere. (Patch Adams)
  6. Nessuno sa se per l’uomo la morte non sia per caso il più grande dei beni, eppure la temono come se sapessero bene che è il più grande dei mali. E credere di sapere quello che non si sa non è veramente la più vergognosa forma di ignoranza? (Socrate)
  7. Le persone non muoiono immediatamente, ma rimangono immerse in una sorta di aura di vita che non ha alcuna relazione con la vera immortalità, ma attraverso le quali continuano ad occupare i nostri pensieri nello stesso modo di quando erano vivi. (Marcel Proust)
  8. Quando morirò, sarò niente di niente e nulla di me sopravvivrà. Non sono più giovane e amo la vita. Ma mi rifiuto di vivere tremando di terrore al pensiero del nulla, la felicità non è meno vera perché deve finire, né il pensiero e l’amore perdono il loro valore perché non sono immortali. (Bertrand Russell)
  9. Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. (Lucio Anneo Seneca)
  10. La propria morte è irrappresentabile, e ogni volta che cerchiamo di farlo, possiamo costatare che in realtà continuiamo a essere presenti come spettatori. Perciò la scuola psicoanalitica ha potuto anche affermare che non c’è nessuno che in fondo creda alla propria morte, o, ciò che equivale, che nel suo inconscio ognuno di noi è convinto della propria immortalità. (Sigmund Freud)

Articoli Più Letti

Articoli Più Recenti

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B


  • info@taffo.it
Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy Cookie Policy