Può succedere che dopo la morte di un congiunto si venga in possesso, per eredità, di un’arma appartenuta a chi non c’è più. La detenzione delle armi ereditate non è automatica, nel senso che un’arma ereditata non si può semplicemente portare a casa ma bisogna denunciarla in Questura e compilare dei moduli, in attesa che la Questura emetta un Nulla Osta che vi permetterà di tenere l’arma in casa tranquillamente. Se non avete mai avuto un porto d’armi, una volta ottenuta l’autorizzazione, dovrete consegnare tutte le munizioni perché l’autorizzazione ricevuta vi consente solo di tenere l’arma in casa ma non di poterla utilizzare.

La detenzione di armi ereditate dopo la successione di un parente non è un fatto scontato. Infatti il possesso delle armi non è automatico come tutti gli altri beni: ogni volta che si viene in possesso di un’arma in eredità è necessario effettuare denuncia in modo che la Questura sappia che l’arma del defunto adesso si trova in casa del parente che l’ha ricevuta in eredità.

Quando qualcuno a cui siamo affezionati subisce un lutto, la scelta ideale per far sentire la nostra vicinanza in tempi brevi è inviare un telegramma. Le frasi da scrivere in un telegramma devono però avere alcune caratteristiche. Le frasi per lutto devono infatti essere brevi e concise, possono essere frasi più lunghe ma la considerazione necessaria da fare è che più parole si utilizzano più aumenta il costo dell’invio.

Inoltre, un telegramma è concepito per essere una comunicazione veloce e quindi non è necessario che abbia l’impostazione della lettera o quella dei bigliettini delle condoglianze. Eccovi un esempio di 10 frasi per lutto da scrivere in un telegramma:

La parola becchino identifica chi lavora per una agenzia di pompe funebri o semplicemente chi per professione seppellisce i morti. L’origine di questa parola deriva dalla natura. In biologia infatti vengono definiti becchini alcuni particolari insetti coleotteri che seppelliscono le carogne dei topi e di altri piccoli animali per poi deporvi le uova. Un’altra origine del termine è quella che risalirebbe al Medioevo, quando gli impresari delle pompe funebri dell’epoca usavano pizzicare, quindi “beccare”, i talloni o altre parti del corpo dei cadaveri per accertarsi che fossero effettivamente morti.

Inviare telegrammi via internet è un modo veloce e pratico per far sentire la nostra vicinanza ad amici e parenti, nel caso in cui sia necessario inviare una comunicazione urgente e questa evenienza può verificarsi sia in caso di lutto che nel caso di un festeggiamento, come la nascita di un bambino o il matrimonio di un amico. Piuttosto che chiamare l’apposito numero di telefono, l’invio di telegrammi via internet è più veloce e più pratico, si paga immediatamente ed è semplice. Vi spieghiamo come fare.

Articoli Più Letti

Articoli Più Recenti

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    L'Aquila - Montereale:
    Tel.: +39 0862/317070


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo L'Aquila - SS 80 KM 2.800

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B
    Taffo Montereale - Via del Municipio, n.1


  • info@taffo.it
Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy Cookie Policy