Per riesumazione di un cadavere, o estumulazione della salma, si intende la traslazione della bara dal tumulo in cui è stata originariamente murata e anche l’apertura stessa del feretro, necessaria per valutare in che condizioni si trova il cadavere, i resti mortali o le ossa a seconda del tempo che è trascorso dalla sepoltura. La riesumazione si può effettuare per diversi motivi e si distingue in ordinaria e straordinaria.

 Dopo quanti anni si apre una bara?

Con l’esumazione si riporta alla luce la bara di un defunto che era stata sepolta nel terreno in modo da recuperare i resti della persona che possono poi essere conservati in un ossario. Si tratta di una pratica comune, che generalmente si effettua di routine alla scadenza della concessione cimiteriale, comunemente dopo 20 anni dalla tumulazione della salma, se custodita in un loculo stagno, e dopo 10 anni, se la salma si trova in un loculo aerato. Trascorso questo periodo il Comune avvisa i cittadini che si procederà a questa operazione e chi è interessato potrà rivolgersi a un’agenzia di pompe funebri per espletare tutte le formalità. Se, invece, la salma deve essere esumata prima dei tempi previsti si parla di esumazione straordinaria. Quest’ultima avviene, ad esempio, quando i resti del defunto devono essere cremati, o se i congiunti desiderano seppellire il proprio caro in un altro luogo, oppure si effettua su ordine dell’Autorità Giudiziaria che sta svolgendo un’indagine e necessita di riesumare la salma per fare un’autopsia o altri accertamenti diagnostici. In questo caso la riesumazione del cadavere deve avvenire alla presenza di un medico legale.

Estumulazione ordinaria: chi deve pagare?

Le spese per l’estumulazione ordinaria sono a carico del richiedente. Tutte le operazioni che ne derivano (esumazione, cremazione, deposizione in una celletta o in ossario) hanno un costo e sono gratuite esclusivamente nel caso in cui si tratti di salma di persona indigente o che appartiene a famiglia bisognosa, è gratis anche nel caso in cui vi sia disinteresse da parte dei familiari. Il costo per l’esumazione di una salma comprende la tassa di esumazione, il prezzo della cassetta ossario, i Diritti d’Agenzia e l’assistenza cimiteriale. Le tariffe variano da comune a comune e dipendono anche dall’agenzia di onoranze funebri alla quale ci si affida. Mediamente per esumazioni ed estumulazioni ordinarie si possono spendere dai 200 ai 500 euro. Per un’esumazione straordinaria invece i prezzi si aggirano intorno ai 1000 euro. È sempre buona regola contattare diverse agenzie funebri per confrontare le tariffe e richiedere preventivi.

 

Articoli Più Letti

Articoli Più Recenti

Le nostre certificazioni



  • Centralino Internazionale 24 ore su 24
    Tel.: +39 06/488868
    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di Roma
    Tel.: +39 06/262626

    Centralino 24 ore su 24 per le sedi di
    Anzio, Nettuno, Aprilia:
    Tel.: +39 06/9870000


  • Taffo Roma - Via Urbana n.86
    Taffo Roma - Via Casilina n.1044
    Taffo Roma - Via Di Porta Medaglia n.21

    Taffo Aprilia - Via Delle Margherite n.171

    Taffo Nettuno - Via Santa Maria n.62

    Taffo Anzio - Via di Valle Schiola n.120/B


  • info@taffo.it
Copyright 2016 Taffo srl - Via Urbana 86 – Onoranze Funebri Roma - P.Iva 10225651008. Web Marketing Agency: Ndv Comunicazione

Privacy Policy Cookie Policy